Come coltivare marijuana all'aperto

 

Scegli il tuo ceppo di semi di marijuana

Se hai intenzione di coltivare marijuana, la prima cosa che devi fare è acquisire ceppi di semi di marijuana di buona qualità. Questo diventa ancora più vero quando non sei spesso in giro per gli appassionati di erbe di marijuana. La regola generale diventa quindi più alto si ottiene dalla fornitura, migliore è la crescita del seme. I germogli di marijuana offrono i semi di marijuana, e questi sono in genere più difficili da coltivare a causa dell'acclimatazione del clima attuale e della stagione di crescita delle latitudini settentrionali. Le varietà sativa comuni in Giamaica e Columbia non possono essere replicate alle latitudini settentrionali a causa della produzione tardiva della gemma. Ciò si traduce in una crescita minima, se del caso, di gemme prima che il gelo fermi la stagione di crescita nella maggior parte delle latitudini statunitensi.

La varietà di marijuana sativa crescerà in genere più alta delle sue controparti indica (o ibrida indica-sativa). Alcuni vedono questo come uno svantaggio, specialmente più avanti nella stagione, quando questo fa risaltare la pianta di marijuana da altre piante che stanno iniziando a morire. Occasionalmente i coltivatori dei climi meridionali hanno riscontrato un piccolo successo incrociando varietà sativa con indica, creando una varietà ibrida sativa che produce una gemma un po' prima. I coltivatori dovrebbero iniziare a cercare le gemme tra ottobre e febbraio, in modo da prepararsi per l'inizio della stagione di crescita a marzo. Questo dà al coltivatore il tempo di prepararsi, raccogliere informazioni e avere a disposizione i semi giusti. Assicurati di acquistare sempre i tuoi semi da banche di semi affidabili e rispettabili in modo che il tuo stock di semi abbia maggiori probabilità di crescere, soprattutto considerando che questo è il passaggio fondamentale del processo di crescita.

Miscela nelle tue piante usando una scia

Un buon modo per garantire il successo con la tua crescita è creare percorsi che si fondono con l'ambiente naturale circostante. Questo a volte è più facile a dirsi che a farsi. La posizione ideale sarebbe un'area con un fitto sottobosco e molta luce solare diretta. Ciò è dovuto alla rapida crescita che può nascondere continuamente qualsiasi danno che causi alla vegetazione quando controlli le tue piante durante le stagioni di crescita primaverile ed estiva. Se hai intenzione di coltivare le tue piante di marijuana dove potrebbero essere facilmente viste da altri, assicurati di tessere le tue tracce in modo che le piante abbiano maggiori probabilità di mimetizzarsi. Questo è molto importante in modo da non farti rubare il raccolto o peggio- individuato dalle forze dell'ordine. Gli escursionisti vagano regolarmente fuori dai sentieri battuti, quindi assicurati che il tuo sentiero sia ben nascosto, insieme alle piante che stai coltivando. Vuoi pianificare attentamente i tuoi percorsi in anticipo per limitare l'accesso di altre persone intorno al tuo raccolto. Assicurati di fare il minor danno possibile al tuo ingresso quando accedi al tuo raccolto, specialmente più avanti nella stagione di crescita, quando le tue piante potrebbero risaltare di più. Più avanti nella stagione, se danneggi le piante vicino al tuo ingresso, il danno risalta ancora di più a causa dell'interruzione della crescita della vegetazione. Assicurati di tenere le tue piante il più coperte possibile, tenendo a mente queste due cose per il tuo percorso verso il tuo sito:

  1. Riesci a vedere il tuo percorso? In caso contrario, hai fatto un buon lavoro, ma se è così, allora c'è un modo per coprire meglio il tuo percorso in modo che si mischi?
  2. È facile per te raggiungere il tuo sito? In caso contrario, anche qui hai fatto un buon lavoro, ma se è così, potrebbe essere facile anche per gli altri imbattersi nel tuo sito.

Trovare il sito giusto

Oltre a trovare i semi giusti, la scelta del luogo migliore per coltivare il raccolto è la prossima parte più importante per un coltivatore di marijuana. Una delle posizioni migliori che i coltivatori di marijuana tendono a scegliere sono le praterie con piccoli alberi o cespugli che macchiano il paesaggio. Un luogo ideale è un campo agricolo abbandonato che non ha avuto raccolti negli ultimi 10 anni. Un altro buon posto sarebbe una pianura alluvionale lungo un fiume o un ruscello, ma assicurati di includere il rischio di perdere piante e semi a causa delle inondazioni quando scegli un posto come questo. Quando i coltivatori di marijuana vivono in un terreno più roccioso, si sa persino che coltivano i loro raccolti all'interno di secchi o fioriere di stile simile. Ciò consentirà alle piante di crescere dove le piante ricevono una buona luce solare ma dove il terreno normalmente non consentirebbe a una pianta di crescere. Un altro luogo adatto che viene spesso trascurato è dove c'è una fitta crescita delle piante che rimane breve, simile a luoghi che abbondano di cespugli di adesivi. I cespugli cresceranno abbastanza in alto da nascondere il tuo raccolto e possono dissuadere sia le persone che gli animali dall'entrare in contatto con il tuo raccolto. I coltivatori di marijuana usano regolarmente animali e insetti a loro vantaggio poiché api, mosche verdi e zecche scoraggiano l'attività nell'area in cui il raccolto sta crescendo. Un sito privilegiato includerà un buon terreno e acqua, oltre alla luce solare diretta e una copertura adeguata dall'alto. Tutto il resto viene in secondo piano quando si considera il sito giusto per il proprio raccolto. Anche se può essere necessario del tempo per trovare un buon posto, l'importanza di un terreno di qualità non può essere sottolineata abbastanza. Se hai un terreno cattivo, avrai un cattivo raccolto. Se trovi una posizione fantastica in tutte le aree tranne il suolo, potresti pensare di portare il tuo terreno per aiutare il tuo raccolto ad avere una possibilità. Più praterie consolidate trovi nella tua posizione, migliore è probabilmente il terreno e migliore sarà probabilmente il tuo raccolto. Le praterie aiutano a spostare i nutrienti nel terreno, lasciando dietro di sé uno strato bello e spesso di materiali organici di qualità.

Se sei in grado di scoprire una posizione erbosa, avrai pochissimo lavoro di preparazione da fare, ma altre fonti di terreno richiederanno un po' di lavoro. Il terreno sabbioso di solito richiede un terriccio o un terriccio e un po' di calce per aumentare la fertilità. Il terreno che ha molta argilla avrà bisogno di materiali che lo rompano in parte, come il muschio di torba. Preferiamo l'approccio naturale che non è d'accordo con la semina lungo una carreggiata. Le sostanze chimiche che possono essere trovate in quella fonte di suolo dovrebbero dissuadere chiunque dal coltivare un prodotto di consumo ovunque intorno. Se non hai altra scelta, potresti usare una strada, ma dovrebbe essere l'ultima risorsa. Avrai anche bisogno di una fonte d'acqua molto vicina al tuo raccolto, quindi il tuo sito dovrebbe idealmente avere accesso a una falda freatica nelle vicinanze. Non vuoi il pericoloso lavoro di trasportare l'acqua avanti e indietro dove potresti essere individuato con il tuo raccolto, e più area devi coprire, più faticoso diventerà questo lavoro e più danni potresti fare ai tuoi sentieri. Questo sarà particolarmente vero durante i mesi estivi più caldi, quando devi innaffiare il raccolto ancora più spesso.

La più grande minaccia di dover trasportare la tua attrezzatura al tuo raccolto è il potenziale di essere visto, specialmente dalle forze dell'ordine. La seconda più grande minaccia sarebbe qualsiasi distruzione che potresti potenzialmente causare alla vegetazione camminando attraverso un secchio dopo l'altro d'acqua. Più viaggi fai, più il tuo percorso diventerà evidente. Dovrai assicurarti che anche durante i mesi secchi dell'estate avrai una fonte d'acqua regolare, che può diventare difficile se piccole aree d'acqua si prosciugano. Dovrai controllare regolarmente il tuo raccolto durante i mesi caldi e secchi dell'estate in modo da sapere quanto innaffiare le tue piante e con quale frequenza. Ogni viaggio che fai per innaffiare le tue piante mette te e il tuo raccolto in pericolo. Non vuoi essere regolarmente intorno al tuo raccolto se vuoi che rimanga nascosto. Dovrai anche assicurarti che le tue piante ricevano almeno 5 buone ore di luce solare diretta ogni giorno, con il sole mattutino preferibile a causa della risposta delle piante di marijuana a questo tipo di luce. Se scegli di esplorare un luogo durante l'inverno, ricorda di immaginare quanti alberi faranno ombra al sito. Vuoi una buona combinazione di luce solare e protezione da estranei che potrebbero rubare il tuo raccolto o chiamare le autorità locali.

Avrai bisogno di una copertura abbastanza alta da nascondere il raccolto e abbastanza spessa da dissuadere le persone dall'avvicinarsi troppo al tuo raccolto. Il modo migliore per ottenere questo risultato è utilizzare i cespugli di adesivi a tuo vantaggio. La maggior parte delle persone o dei grandi animali non vagherà vicino a quei tipi di piante. Se non riesci a trovare alcun cespuglio adesivo, cerca piante che crescano 6-8' (180-240 cm) entro l'autunno e siano abbastanza lontane da dove la maggior parte delle persone non si avvicinerebbe troppo. La tua capacità di nascondere il tuo raccolto tra il resto della vegetazione locale migliorerà con il tempo e la pratica. I coltivatori di marijuana tendono a preferire posizionare le loro piante di marijuana sul lato sud di altre piante o cespugli. Ciò rende più difficile per le persone che passano davanti a notare le piante. Inoltre, la pianta di marijuana riceverà ancora abbastanza luce nonostante l'apparenza di essere affollata da altre piante. La posizione ideale è un luogo che dall'esterno sembra impenetrabile. Nei luoghi in cui la crescita delle piante rimane al di sotto del segno di 3' (90 cm), dovrai potare il raccolto o legarlo per mantenere i cespugli più piccoli. I campi con molta vegetazione piccola possono avere un terreno cattivo o possono essere troppo secchi, quindi usa un occhio cauto prima di piantare qui. Se riesci a far fondere la tua coltivazione di marijuana con altra vegetazione locale, troverai meno rischi nel processo di coltivazione. Se scegli di coltivare piante di marijuana all'aperto, assicurati di sapere come miscelare efficacemente il raccolto con l'ambiente circostante.

Non rischiare

Fai finta con noi per un momento. Hai qualche famiglia in visita da fuori città e uno dei tuoi cugini, un appassionato di marijuana, potrebbe potenzialmente darti dei buoni consigli per la coltivazione. Stai pensando di portarlo sulle tue tracce, ma metteremmo in guardia contro questa idea. Anche se tuo cugino potrebbe essere considerato un esperto dell'erba, potrebbe comunque risultare troppo pericoloso per te e il tuo raccolto. Tuo cugino non conosce la zona come te e potrebbe non avere idea di dove andare se le forze dell'ordine locali si avvicinano. Inoltre, camminare in un campo potrebbe attirare un'attenzione indesiderata. Dopotutto, più grande è il gruppo, maggiori sono le possibilità di essere visti. Inoltre puoi allargare il tuo percorso normale fino a dove diventa più evidente. L'ultima cosa che vuoi fare è mettere a rischio il tuo raccolto e il potenziale raccolto. Il rischio sarà maggiore in più spazi aperti rispetto ad altre aree, ma in entrambi i casi non vale affatto il rischio. Non esiste un luogo completamente sicuro. Ti consigliamo di non portare nessuno nel tuo sito (a parte il tuo partner di coltivazione) a meno che non si tratti di un'emergenza in cui devi portare uno specialista o perdere l'intero raccolto. Questo riduce i tuoi rischi e quelli del tuo raccolto.

Preparazione del terreno [inizio marzo - metà aprile a seconda del clima]

Ti consigliamo di acquistare sacchi da 40 libbre (18 kg) di terriccio, preferibilmente terriccio organico, e di mescolarlo con il terreno esistente dal sito prescelto. Potrebbe volerci un po' di ricerca per trovare il terreno giusto, ma ne vale la pena quando arriva il momento della raccolta. Vuoi il terriccio sopra il terreno superiore perché il terreno è più ricco, il che rende ancora migliore il terreno di base per le tue piante. Se la tua zona ha un terreno acido, potresti voler includere un po' di lime con la tua miscela. Se hai argilla nel terreno, il muschio di torba è l'additivo giusto. È una buona idea evitare i fertilizzanti chimici a causa della quantità di rifiuti tossici prodotti quando le aziende producono questi tipi di fertilizzanti. Inoltre, preferiamo comunque i vantaggi dell'agricoltura biologica. Ti consigliamo anche di mettere un piccolo recinto quando ti prepari per il raccolto. Una recinzione alta circa 2 cm manterrà i piccoli animali lontani dal tuo raccolto in crescita. L'uso di capelli umani o sangue secco aiuterà anche a tenere i cervi lontani dal raccolto. L'ideale sarebbe utilizzare una recinzione con spazi inferiori a 60 cm. Usa dei bastoncini e fissa la recinzione ogni 2 cm circa. Usa uno spago o un filo per legare la recinzione ai bastoncini e taglia le parti esterne del il recinto di sporgere verso l'esterno, scoraggiando gli animali dal tentare di saltare il tuo nuovo recinto. Mimetizza il tuo sito e la recinzione nel miglior modo possibile prima di lasciare il tuo sito alle spalle.

Piantare marijuana [inizio aprile - inizio maggio]

Esistono numerosi modi per piantare un nuovo raccolto di marijuana:

Opzione 1: il metodo intensivo di semi di marijuana

Questo metodo specifico dovrebbe essere considerato solo quando hai una sovrabbondanza di semi che intendi piantare. Quello che farai è piantare molti semi di marijuana in una piccola area di coltivazione. Questo può limitare il rischio perché hai tutte le scorte (i semi e le cazzuole necessarie) nascoste nelle tasche. Una volta nel tuo sito, pianta i semi a circa 1/2 "(1.5 cm) di profondità (a meno che in terreno argilloso, che rende la profondità adeguata ¼" (0.5 cm)). Se il tuo sito consente piccoli siti di 3'x3' (90 cm x 90 cm) quadrati, allora dovresti piantare tre file con un seme ogni 1.5 cm (3.5 pollici). Cioè circa 72 semi di marijuana in ogni sito. Tipicamente la maggior parte i coltivatori di marijuana non hanno così tanti semi con cui iniziare un nuovo sito.Se un coltivatore ha la giusta quantità di semi e quattro siti di queste stesse dimensioni, è quasi garantito un raccolto di qualità alla fine della stagione. l'affollamento si verificherà ed è previsto e quasi la metà delle piante sarà maschio, quindi sarà necessario un taglio extra prima della fine della stagione, ma questo taglio aiuterà le piante femminili a crescere più ferocemente e ti darà un raccolto migliore. per creare piante di marijuana più piccole, ma ti assicurerà un raccolto ogni stagione.Questo sito di dimensioni più ridotte ti aiuterà anche a evitare il rilevamento da parte delle telecamere utilizzate dall'alto.Se usi l'erba regolarmente, avrai bisogno di abbastanza siti per creare un anno di raccolto, ma se ti diletta solo per esperienza scopi mentali o per hobby, allora un sito potrebbe essere perfetto per le tue esigenze.

Opzione 2: piantare piccole piantine di marijuana

La maggior parte delle persone che usano questo metodo sostiene che hai la migliore opportunità di scegliere quali piante piantare nel tuo raccolto iniziando le piantine a casa. Le persone che scelgono di non utilizzare questo metodo sostengono che questa opzione è troppo rischiosa perché il trasporto delle piantine è pericoloso. Di solito avrai bisogno di una scatola di qualche tipo per nascondere le piantine mentre sei all'aperto, ma le dimensioni della scatola potrebbero essere totalmente irrealistiche se prevedi di piantare un grande raccolto. Potresti anche rischiare di scioccare le tue piantine se le sposti troppo o le esponi a climi freddi, danneggiando potenzialmente il tuo raccolto finale. Se hai l'opportunità di creare un recinto intorno al tuo sito che non è isolato, questa opzione è l'ideale per il tuo raccolto di marijuana. Questo rifugio potrebbe essere piccolo quanto 18" (45 cm) o abbastanza grande da permettere a una persona di attraversarlo; dipende solo dal tipo di sicurezza che la tua struttura avrebbe dagli spettatori. Le tue piantine trarranno i benefici dall'adattamento ai climi esterni se usi questo metodo, inoltre saranno anche protetti dagli imprevisti della tarda primavera.

Opzione 3: piantare piante di marijuana femminili sessuate

L'ovvio vantaggio dell'utilizzo di questo metodo è che ogni pianta produrrà gemme di cannabis. Una volta che una pianta raggiunge i 4 cm di altezza, il sesso può essere determinato con una semplice riduzione della luce a 10 ore al giorno. Le piante maschio potranno essere identificate entro due settimane. Finché sarai in grado di controllare il quantità di luce che ricevono le tue piante e puoi avviarle un po' presto in casa (da fine febbraio a inizio marzo), quindi sarai in grado di raccogliere i benefici di questo metodo.Il vantaggio secondario di essere in grado di utilizzare questo metodo è che puoi piantare siti molto più piccoli su aree più grandi, rendendo il raccolto molto meno evidente.Ad esempio, l'utilizzo di circa due dozzine di piante di marijuana femmina su una fattoria di circa dieci acri (8 ettari) di singoli siti garantirà quasi un ottimo raccolto. parte di questo metodo è ricordare dove si trova ciascuno dei tuoi siti alla fine della stagione. Avere una mappa dell'area che può essere nascosta ti aiuterà nel caso in cui te ne dimentichi, ma mettere qualcosa per iscritto può mettere a rischio il tuo raccolto e attaccarti a il tuo raccolto se le autorità lo trovano.

diserbo

Dopo circa tre settimane dalla semina iniziale, dovrai tornare ai tuoi siti e rimuovere le erbacce di nuova crescita che cercheranno di spiazzare le tue nuove piantine. Dopo altre tre settimane, dovresti assicurarti di eliminare nuovamente le erbacce dai tuoi siti. Se vuoi fare un diserbo aggiuntivo in altre tre settimane, puoi, ma non è necessario. Dipende molto dal sito che hai scelto e da quanto è pesante la popolazione di erbacce nella zona. Occasionalmente durante il resto della stagione di crescita dovresti tagliare le erbacce, ma tutto dipende da quanto crescono e da quanto spesso sei nei tuoi siti. Alcune erbacce ti aiuteranno a nascondere le tue piante, quindi non tagliarle tutte a terra. Dovrai tenerne alcuni entro il raggio di 3' (90 cm) dalle tue piante per dissuadere sia gli osservatori curiosi che gli animali dallo scoprire le tue piante. Se hai della vegetazione vicino al tuo raccolto, aiuterà anche il terreno a trattenere un po' più di umidità, riducendo la tua necessità di annaffiare continuamente le tue colture. Assicurati solo di stare attento a non distruggere le tue piantine o le loro radici estraendo le erbacce necessarie nei tuoi siti.

Rimozione di piante di marijuana maschio

[Se i semi che stai coltivando sono già sessuati e solo semi femminili, ignora questi suggerimenti.]

Le piante di marijuana che sono maschi inizieranno a produrre fiori e polline a metà luglio se la specie che stai coltivando è già acclimatata al clima in cui le stai coltivando. Le varietà di piante di marijuana che vengono utilizzate per i climi più caldi potrebbero non fiorire fino a metà -Settembre. Tutto dipende da quanto tempo dura il tuo ciclo di germogliamento con la tua varietà di piante di marijuana. Alcuni germogliano presto mentre altri germogliano più tardi, quindi devi continuare a controllare le tue piante per essere sicuro se sei un nuovo coltivatore di marijuana. Prima riuscirai a identificare la specie maschile della varietà di pianta di marijuana che stai coltivando, migliore sarà il raccolto alla fine. Se ti capita di perdere la fioritura anticipata delle tue piante, potresti ritrovarti con molti più semi che erbe quando raccogli il tuo raccolto. Noterai che le tue piante femmina possono produrre un grande bocciolo totalmente senza semi, un grande bocciolo con solo pochi semi all'interno o un grande bocciolo che sta esplodendo con i semi di marijuana. Se rimuovi tutte le piante maschili prima che i loro fiori si aprano, ti ritroverai con la varietà di gemme senza semi.

Se vedi alcuni fiori maschili aprirsi ma rimuovi la maggior parte di essi senza che si aprano, otterrai un bocciolo con alcuni semi. Se ti sei completamente perso la fioritura delle piante di marijuana maschili, ti ritroverai con gemme che traboccano semplicemente di semi di marijuana. Potresti finire per perdere quasi il 90% della pianta che puoi fumare se consenti a tutte le tue piante femminili di andare a seme in questo modo, ma avrai semi più che sufficienti per la semina della prossima stagione. Lasciare che una o due delle tue piante lo facciano a stagione ti terrà rifornito di semi ogni anno senza doverne acquistare di più. Cercare di spiegare la differenza tra piante di marijuana maschio e femmina è difficile, specialmente per un nuovo coltivatore di marijuana. Le cime delle nuove varietà maschili di piante di marijuana sono difficili da differenziare, ma il modo più semplice per capire la differenza è guardare il bocciolo che si forma nella parte superiore della pianta. Sembra esattamente lo stesso di un bocciolo femminile, ma la pianta femmina avrà peli bianchi che sporgono dal bocciolo.

Il fungo e il tuo raccolto

Se stai cercando di avere successo con la coltivazione di piante di marijuana, allora hai alcuni ostacoli da evitare. Gli ostacoli comuni sono le forze dell'ordine, gli animali, gli insetti e i ladri, ma c'è anche un fungo che può rubare il raccolto proprio sotto di te. La putrefazione delle gemme, o un fungo comune alle gemme di marijuana semisviluppate, può uccidere le parti importanti delle tue colture lasciandoti senza nulla che tu possa raccogliere alla fine della stagione. La temperatura ideale per coltivare questo orribile fungo è tra i 60 e i 80°C (16 e 27°F) con elevata umidità e, quando colpisce, si diffonde rapidamente ed è molto distruttivo per le piante che incontra. Con il fatto che questo fungo può diffondere le sue spore attraverso il vento, è quasi impossibile fermarsi o addirittura prevenire se il tempo permette che la sua crescita inizi in primo luogo. Se vedi che inizia su una singola pianta, devi rimuovere immediatamente quell'infezione nella speranza di risparmiare altre piante sul tuo sito, ma questa non è una garanzia che funzionerà. Puoi rimuovere le gemme infette o il ramo nel suo insieme, ma rimuovere il ramo ti darà maggiori possibilità di aver rimosso l'intera infezione. Se lo desideri, puoi prendere questo campionamento e provare il tuo raccolto in anticipo, dandoti un motivo secondario per tenere d'occhio le tue piante. Assicurati solo di essere incredibilmente attento con la rimozione del fungo, poiché può diffondersi di nuovo con la caduta di una singola spora su un ramo sano. Puoi anche diffondere il fungo con le mani, quindi assicurati di non avere alcuna infezione sulle mani dove potresti semplicemente toccare un'altra gemma sana, ricominciando il ciclo.

Tieni d'occhio tutto

Noterai che sia il settore edile che quello immobiliare stanno attualmente cospirando per trovare il tuo raccolto, quindi assicurati di tenere d'occhio che non troppe persone stiano indagando vicino ai tuoi siti. Ora, anche disastri naturali come uragani o tornado con venti incredibilmente forti richiederebbero un monitoraggio molto più attento del raccolto. Una siccità sarebbe anche qualcosa che richiederebbe di visitare i tuoi siti più spesso. Quando inizi a coltivare piante di marijuana, devi capire che ci sono momenti in cui dovrai visitare le tue piante inaspettatamente, ma ciò non significa andare a correre sul tuo sito ogni volta che si verifica una forte pioggia. Riduci al minimo le tue visite di emergenza poiché hai a che fare con una pianta resistente che può richiedere un po' di punizione.

La vendemmia: fallo di notte

La raccolta di notte ridurrà le tue possibilità di essere visto mentre fai cose come portare l'erba appena tagliata alla tua auto. Se riesci a programmare la tua attività nello stesso momento in cui la polizia sta cambiando i turni, puoi aumentare le possibilità di ottenere il raccolto senza essere visto. Usa le torce il meno possibile se raccogli di notte in modo da non attirare inutili attenzioni, ma assicurati di portare abbastanza batterie nel caso in cui avessi bisogno della torcia più di quanto pensassi. Un coltellino tascabile può rendere il lavoro molto più semplice (e veloce) se stai raccogliendo più di poche semplici piante. Se non hai intenzione di utilizzare le grandi foglie a ventaglio per cucinare, lasciale nel campo per ridurre al minimo lo spazio necessario per le piante che intendi tenere. Se ti capita di avere più varietà, assicurati di portare borse diverse per mettere tutto dentro e qualcosa con cui contrassegnare ogni borsa. Uno zaino rende tutto questo molto più facile e sembra meno sospetto quando si cammina con esso in un campo.

Quando raccogliere

Ogni pianta ha alcuni fattori che decidono quando dovrebbe avvenire la raccolta. Devi includere fattori come lo sviluppo delle gemme, i funghi, i ladri e il tempo quando consideri i tempi del tuo raccolto. Devi anche considerare quale varietà di marijuana stai coltivando quando prendi in considerazione la raccolta perché alcuni ceppi hanno tassi di maturità diversi rispetto ad altre piante. Anche la tua posizione è un fattore che devi includere, perché alcune latitudini matureranno prima di altre. Le varietà indica devono essere raccolte a fine settembre, mentre le altre varietà devono essere raccolte a fine ottobre. Se ti capita di notare una brutta gelata nelle tue previsioni, potresti aver bisogno di raccogliere un po' prima di quanto pianificato in modo da non danneggiare il tuo raccolto. Il tempo opposto può anche tenere conto della raccolta anticipata, perché se fa caldo aumenta il rischio di funghi e potrebbe non valere la pena correre il rischio di finire con un raccolto danneggiato. Un'altra circostanza che potrebbe costringerti a cambiare il tuo raccolto è la minaccia che qualcuno trovi i tuoi siti di raccolta. Non vuoi rischiare di perdere il tuo raccolto o di essere scoperto, quindi devi prendere precauzioni quando decidi quando raccogliere. Dovrai assicurarti di non avere cacciatori che vagano per il tuo raccolto più avanti nella stagione e non vorrai che il freddo danneggi il tuo raccolto di marijuana, quindi tieni d'occhio entrambi attraverso il monitoraggio di Internet. Ora, se perdi accidentalmente il primo gelo e le tue piante subiscono dei danni, puoi comunque raccogliere il tuo raccolto, potrebbe non essere così pieno come sarebbe stato prima che il gelo colpisse. Bilanciare quando raccogliere non è sempre facile, ma più pratica ti aiuterà a imparare quando è il momento migliore. Quando consideri il peso della situazione, assicurati di non dimenticare i fattori che dovrebbero essere più importanti al momento del raccolto: varietà di piante di marijuana (alcune maturano prima di altre), condizioni meteorologiche (previsioni attuali e future), dimensioni delle gemme, posizione del sito, ecc. Il momento migliore per raccogliere qualsiasi varietà di marijuana che si è acclimatata alle latitudini nord-orientali sarà da fine settembre a metà ottobre.

Quando coltivi una varietà che non è abituata alle latitudini nord-orientali (come la sativa), il raccolto dovrebbe essere lasciato fino alla fine di ottobre fino a metà novembre, tempo permettendo. Assicurati di fare tutto il possibile per evitare di raccogliere anche sotto la pioggia. L'umidità può causare problemi durante il processo di essiccazione e l'ultima cosa che vuoi è che il tuo raccolto raccolga muffe o funghi. Più umidità è già fuori dalle piante quando raccogli, migliore sarà il risultato finale. Tieni presente che vuoi usare semi abituati al tuo tempo e al tuo terreno, perché altrimenti potresti finire con un raccolto che non raggiungerà mai la maturità da un duro colpo di freddo. La prima volta che inizi una coltivazione di marijuana, potresti dover sperimentare un po' per imparare quali varietà usare e quando raccogliere, ma il tempo ti aiuterà a imparare i passi giusti da fare e quali evitare la prossima volta. Non vuoi che il tuo raccolto rimanga nei loro sacchi per più di poche ore, quindi assicurati di avere pianificato il tuo impianto di essiccazione prima della raccolta. Muffe e funghi inizieranno a crescere rapidamente se il raccolto viene lasciato in un sacchetto per 12 ore o più. La preparazione del raccolto include la rimozione delle foglie a ventaglio che non ti servono, insieme a qualsiasi altra foglia grande. Se la tua stanza di essiccazione ha una temperatura superiore a 85 ° F (29 ° C), lascia alcune foglie grandi intorno alle cime per evitare che si secchino troppo rapidamente. Soffitte, cassettiere, scantinati e ripostigli sono luoghi standard che possono essere utilizzati per asciugare il raccolto. Appendere il raccolto a testa in giù consentirà una corretta circolazione dell'aria, accelerando il processo di essiccazione. Tieni presente che se usi un cassetto del comò o un altro spazio ristretto che non vuoi impilare due volte i tuoi boccioli o questo può causare un'area danneggiata sul fondo dei boccioli di marijuana.

Avrai voglia di ruotare i tuoi germogli di marijuana ogni giorno in modo che il raccolto si asciughi in modo uniforme e questo consentirà un'ispezione ravvicinata per avvertirti di segni di funghi o muffe. Se riesci a ottenere l'intera pianta, inclusa la zolla, puoi appenderla capovolta ad asciugare con la stessa procedura sopra menzionata. Tuttavia, ciò non aumenterà la qualità della resa. Il THC si forma all'interno della resina che ricopre i boccioli di marijuana, quindi le radici non hanno alcun impatto sulla potenza del tuo prodotto alla fine. Dovresti essere in grado di completare il processo di essiccazione entro 4-6 giorni, a seconda della varietà di piante di marijuana che hai utilizzato, della temperatura e dell'umidità del luogo di essiccazione e della grandezza delle piante al momento del raccolto. Se asciughi le tue cime di marijuana troppo velocemente, noterai un sapore aspro del tuo raccolto e i livelli di THC potrebbero non raggiungere mai il loro pieno potenziale. Se non hai asciugato le tue cime di marijuana abbastanza velocemente, si verificherà un effetto simile. Ciò accadrà attraverso la formazione di muffe o funghi sui boccioli, diminuendo ancora il sapore e la potenza. Devi assicurarti di monitorare i tuoi progressi su base giornaliera, indipendentemente dal metodo utilizzato per essiccare il raccolto. Se sei in grado di mantenere bassa l'umidità, puoi anche usare una stanza lasciata a temperatura ambiente per asciugare il raccolto, ma se ciò non è possibile, assicurati di installare un tipo di riscaldatore e/o un ventilatore per aiutare nella processi.


Questo sito contiene link di affiliazione ai prodotti. Potremmo ricevere una commissione per gli acquisti effettuati tramite questi link.

contatore hit javascript